Edizioni Condaghes
Edizioni Condaghes

condaghes.com

Titoli
Titoli
Autori
Notizie
Documenti

CATALOGO

Gli affreschi di Galtellì

Iconografia, stile e committenza di un ciclo pittorico romanico in Sardegna

Autore/i Alberto Virdis
Illustratore Rosa Masala
Anno di edizione 2011
ISBN 978-88-7356-182-8
Collana Fuori collana
Pagine 356 (illustrato)
Formato Dim. 165x235 mm
Supporto Libro
Prezzo € 15,00
Gli affreschi di Galtellì

Recentemente rinvenuto lungo le pareti della navata centrale dell´antica cattedrale di San Pietro, il ciclo pittorico di Galtellì rappresenta una tappa fondamentale nel percorso della pittura medievale in Sardegna.
Questo studio ricostruisce il contesto culturale di riferimento del ciclo pittorico attraverso un itinerario fatto di tappe sarde (SS. Trinità di Saccargia) e peninsulari (Roma, Lazio, Toscana), un percorso che si incrocia con i diversi media della tradizione pittorica medievale.
La decisione del committente, probabilmente il vescovo galtellinese Magister, di far decorare la propria cattedrale con un ciclo che replicasse quello della basilica vaticana di San Pietro, fu una scelta che assunse un preciso significato politico in un momento di forti tensioni fra il papato, Pisa, e i giudicati sardi - quello di Gallura in particolare - tra il 1198 e i primi anni del XIII secolo.
Con questo lavoro si pone ancora una volta in evidenza - come scrive Renata Serra nella presentazione - «il ruolo dell´immagine nel Medioevo: non semplicemente simbolico, non solamente ideologico, ma multifunzionale, capace di rispondere a diverse istanze e di parlare in modo differenziato ai diversi interlocutori».

Sede episcopale fin dal terzo decennio del XII secolo, la diocesi di Galtellì fu originariamente posta sotto la diretta dipendenza della Santa Sede insieme all´altra diocesi presente nel giudicato di Gallura, quella di Civita.
Il complesso episcopale galtellinese è composto da due costruzioni: una chiesa romanica di maggiori dimensioni risalente al XII secolo, rimasta incompiuta, e che sarebbe dovuta essere la cattedrale della diocesi, e una chiesa più piccola, di impianto anteriore, affrescata in seguito all´interruzione dei lavori nell´edificio antistante.
La cosiddetta ´cattedrale affrescata´, intitolata a San Pietro, fu l´unico edificio a svolgere effettivamente la funzione di cattedrale di Galtellì.