Edizioni Condaghes
Edizioni Condaghes

condaghes.com

Titoli
Titoli
Autori
Notizie
Documenti

CATALOGO

Tracce di memoria

Autore/i Franciscu Sedda
Anno di edizione 2005
ISBN 978-88-7356-063-0
Collana Fuori collana
Pagine 270
Formato Dim. 164x234 mm
Supporto Libro
Prezzo € 12,00
Tracce di memoria

Perché la storia sarda non è, e non può essere, nei manuali di storia italiani? Perché il sentirsi ´bassi´ dei sardi è un problema politico? Perché il periodo della Rivoluzione sarda e i fatti successivi segnano una frattura, non ancora del tutto rimarginata, nella Storia della Sardegna? Perché Antoni Simon Mossa è un personaggio tanto grande quanto dimenticato dal suo popolo? Oppure, perché la Sardegna non è ancora una Repubblica indipendente?
Affrontare questi e altri interrogativi significa interrogare la memoria collettiva, il senso e le voci di fatti ed esistenze dimenticate. Ma soprattutto, secondo l´autore, obbliga a rompere con l´equilibrio del presente, quello scritto dai vincitori e accettato con rassegnazione, complicità o entusiasmo suicida dai vinti.
Mettere in discussione se stessi, l´immagine che ci si è costruiti e la storia che ci si è raccontati, significa dunque trovare un nuovo senso dietro ai poteri, alle figure e ai fantasmi che popolano la nostra vita e la nostra coscienza: la storia raccontataci a scuola, la Nazione sarda di fine settecento, Angioy, i rivoluzionari sardi, il popolo sardo che insorge e quello che diventa oggetto della repressione, della forca itinerante, della caccia grossa, del razzismo ufficiale, e poi la Grande Guerra, la Brigata Sassari, Lussu, Bellieni, Simon Mossa...
Franciscu Sedda invita il lettore a ´fare i conti´ con la storia sarda e con le scelte di alcuni dei suoi personaggi più significativi e lo fa, come scrive Salvatore Cubeddu nella prefazione: «come nessuno aveva tentato o fatto finora. Almeno in termini così critici».